• Riflessioni,  Trading

    Timeframes

    Le molteplici strategie di trading disponibili possono essere applicate ad ogni livello temporale dei mercati. Ne consegue che più di ogni altra caratteristica, sono i timeframe su cui si opera preferibilmente a distinguere i trader. Ponendo agli estremi della piramide gli scambi ultraveloci dell’HFT e l’analisi temporale sul trimestrale, nei timeframe più bassi predominano i traders e gli analisti tecnici, gli investitori e i fondamentalisti in quelli più alti. I neofiti, carne da cannone di mercati e broker, popolano in massa l’intraday, dove è elevato il rumore di fondo a scapito della validità dei segnali di analisi tecnica e i dati fondamentali hanno scarso o nullo effetto. La borsa è…

  • Analisi di Mercato,  Riflessioni

    Carpe Diem

    Dal Gennaio 2002, data di adozione dell’Euro fino alla crisi del 2008, in Italia quasi non ci siamo accorti dell’Euro e dell’Europa. Non che tutti fossero felici e convinti europeisti, macché, ma la maggior parte di noi ha continuato a badare ai fatti propri e la nuova moneta ha comportato solo il fastidio di dover ogni volta dividere per 1936.27 e qualche conto più salato al ristorante. Grossomodo, per noi italiani, l’Euro era tutto lì. La crisi greca era cosa lontana, lo spread un animale esotico, nessun paese europeo avanzava pretese di comandare sugli altri. Una vita tranquilla, insomma. Dal 2009 la musica è cambiata e dopo l’ultima appendice dei…

  • Riflessioni

    Il Trading su Misura

    Nei miei lunghi anni dedicati al trading, ho sempre partecipato molto poco ad eventi, seminari, corsi, webinar. Quando mi capitava ascoltavo con interesse (tutto ciò che è trading, per me, è interessante) poi tornavo a casa e non riuscivo ad applicare quello che avevo ascoltato, non perchè fosse difficile ma lo sentivo come estraneo, qualcosa di posticcio. Non mio. Anche il mio amico e compagno di battaglie Raffaele Galbiati ha fatto del bello e del buono per introdurmi nel mondo delle opzioni: mi sono arreso, non fanno per me. La ragione di tutto questo è semplice: il trading è un’attività solitaria non solo nella sua esecuzione, ma anche e soprattutto…

  • Riflessioni

    Trading e Psicologia

    Le reazioni emotive rappresentano uno dei tre pilastri su cui, riprendendo Elder, si fonda il nostro trading. Eppure, delle tre “M” (Method, Moneymanagement, Mind), la totalità dei trader riconosce importanza alla prima, pochi alla gestione del capitale e del rischio, quasi nessuno alla psicologia del trading, ovvero agli aspetti emotivi che si legano al nostro modo di operare sui mercati e che ne determinano i risultati.E’ esperienza comune che una certa strategia, passata dal demo al reale, cambi risultati – in peggio. Come è altrettanto comune il ricordo di alcuni trade notati sul grafico ma non fatti, che sono andati benissimo al contrario di quelli fatti (ah, se fossi entrato…

  • Riflessioni

    Contestualizzare

    Da tre giorni state vagando nel deserto, unici sopravvissuti ad un incidente aereo. Siete senza acqua, senza cibo e non riuscite più a stare in piedi: dovete strisciare per muovervi.Superata faticosamente una duna vi fermate per assistere al derby Inter-Milan. Siete a Milano, zona S.Siro e avete superato la cancellata dello stadio.Faticosamente arrancate per la rampa che porta alla Curva Nord.Superato l’ultimo venditore di panini sul vostro percorso vi sedete al vostro posto numerato per assistere al derby Inter-Milan. La costante nelle due situazioni è che c’è una partita di calcio a cui assistere. Ma è indubbio che la prima non è una circostanza attendibile, mentre lo è la seconda.…

  • DGI,  Gestione del portafoglio,  Riflessioni

    Analisi di un Portafoglio Dividendi

    Articolo a cura di Gianluca Leo, Corrado Fantini e Luca Pirazzoli (Algo Project) INTRODUZIONE Storicamente un portafoglio composto da azioni appartenenti alla categoria Dividend Aristocrats, ovvero titoli che aumentano il loro dividendo ininterrottamente da almeno 25 anni, ha un rendimento variabile tra il 6% e il 10% annuo. In questo studio abbiamo voluto verificare questo valore storico studiando il rendimento di un portafoglio composto da 17 titoli nel periodo compreso dal 2000 ad oggi. Il periodo scelto è certamente un test severo sul portafoglio in studio in quanto, come noto, sono trascorsi due Bear Markets di importanza secolare per durata ed intensità ed occorsi in un lasso di tempo che…

  • Riflessioni

    Infiniti Sistemi

    “Esistono infiniti sistemi” è un aforisma del matematico Dedekind riportato in un mio vecchio libro di analisi delle aperture negli scacchi. Ma è qualcosa che può essere applicato anche all’analisi dei grafici. Ognuno degli indici più importanti, incluso il nostro che pur essendo ben poco trattato al confronto deve seguire le stesse leggi, ha dato la sua versione sull’imminenza della correzione. Ed ogni mercato ha scelto il proprio modo di esprimere tale imminenza. Qualche giorno fa avevamo notato i segnali di sofferenza dati dai vari mercati analizzati: un Doppio Massimo su S&P500 e DAX, il Three Falling Peaks su Nasdaq, l’Engulfing Bearish su FTSEMIB. Una situazione generalizzata di stallo che,…

  • Riflessioni

    INDICI

    Stagionalità e configurazioni grafiche sugli indici principali lasciano presagire una correzione in atto.Correzione e non inversione di trend, questo è importante tenerlo a mente, dato che la strada da fare per poter parlare di inversione di trend è sicuramente lunga.Più volte, negli ultimi mesi, si è pensato alla attesa correzione ogni qualvolta ci siano state due o tre giornate di ribasso. Questo è normale dato che i mercati stano salendo più o meno ininterrottamente dal Marzo 2009 ed una correzione prima o poi deve avvenire. Se non altro per la legge di gravità che impone anche ai prezzi di non allontanarsi e/o non poter stare troppo a lungo lontani dalle…

  • Riflessioni

    NASDAQ

    Il future tecnologico ha affondato senza esitare il supporto a 3535 identificato come livello di supporto chiave nel Three Falling Peaks identificato l’altro giorno. Un ingresso SHORT piuttosto aggressivo avrebbe potuto essere inserito già oggi, al break dei minimi di ieri, in considerazione del fatto che tutti i future americani erano rossi già dal mattino.Qui non ci sono regole se non la personalissima sensazione di chi opera. Un ulteriore punto d’ingresso è rappresentato, a close confermato questa sera, al break al ribasso della candle di oggi.In entrambi i casi lo Stop Loss logico va posto o al di sopra di 3535 o, per lasciare più spazio al trade, alla metà…

  • Riflessioni

    YELD ON COST

    Per Yeld on Cost (YOC) si intende la rendita percentuale in dividendi di un certo titolo, calcolata al prezzo in cui abbiamo acquistato il titolo.In altre parole, lo YOC è veramente ciò che interessa un dividend investor perchè rappresenta ciò che l’investitore percepisce in dividendi a fronte dell’investimento sostenuto.Facciamo un esempio. Exxon Mobil (NYSE:XOM), più nota in patria come Esso, ieri ha chiuso al prezzo di 97.94 dollari. Dalle pagine finanziarie sappiamo che XOM pagherà per quest’anno un dividendo pari a 2.52 dollari per azione posseduta . Se alla chiusura di ieri avessimo comprato 100 azioni XOM avremmo dunque speso (escludendo per comodità le commissioni), 100*97.94=9794 dollari. Per quanto detto…