• Analisi di Mercato

    Panic Buy

    C’è una cosa molto bullish che un Bull Market può fare ed è continuare a salire sfidando la forza di gravità. La potenza di questo mercato è fuori discussione, almeno per noi che non avendo stelle e pianeti come interlocutori privilegiati dobbiamo adattarci a cose molto più terrene e fallibili, come ad esempio la statistica. SentimentTrader, un ottimo sito che fa correlazioni statistiche sul mercato finanziario americano, riporta: Per la prima volta in diversi mesi, due segnali di avvertimento si sono attivati sul Nasdaq. Questi segnali non si sono presentati anche sul NYSE, ma in passato è bastato anche un solo giorno di attivazione di entrambi i segnali per precedere…

  • Analisi di Mercato

    Il Ventennio Perduto

    L’indice FTSEMIB ha raggiunto il suo massimo storico nel 2000. Da allora non si sono più avute notize e dal top del 2007 è scivolato in una lenta agonia. Il roboante Bull Market partito nel 2009 ha interessato praticamente tutto il mondo, ma per noi si è tradotto in un snervante, decennale laterale compreso tra i 12.500 e i 24.500 (circa) punti. Il grafico invita a considerare tre aspetti. Negli ultimi dieci anni, ci sono stati tre tentativi di superare il soffitto di cemento armato a 24.500 (segnalati da frecce verdi verticali). Il quarto è attualmente in atto. In un periodo più lungo, dal 2003, ci sono state 5 occasioni…

  • Analisi di Mercato

    L’Insostenibile Leggerezza del Trend

    Mercati ai massimi e minacce di recessione ovunque. Sarà, ma il trend non ascolta e va per la sua strada. Ma è certo che i mercati prima o poi devono smaltire un po’ di eccessi: l’analisi tecnica, sia pure a fatica, comincia a dare alle cassandre ribassiste qualche punto a favore. Nell’analisi dello scorso fine settimana mi aspettavo un rallentamento e così è stato. Dopo l’apertura in gap-up lunedì, il mercato ha traccheggiato cedendo poco terreno, ha chiuso il gap mercoledì, nuova risalita giovedì dove ha formato un breakout (falso?) e chiudendo poco sotto i massimi venerdì, quasi a 3ATR. L’Impulse System è verde sul settimanale e blu sul giornaliero,…

  • Analisi di Mercato

    Il Trend Comanda

    Come i governi, il trend di un indice, rialzista o ribassista, è destinato a proseguire solo se sostenuto dalla maggioranza dei titoli che lo compongono. Un indice che prosegue nel suo trend nonostante l’assottigliamento progressivo dei titoli che lo sostengono, procede per inerzia come era evidente questa primavera, ed è destinato al reversal. Lo scollegamento tra andamento dell’indice e quello dei suoi titoli componenti crea una divergenza, uno dei primi segnali che il tempo sta cambiando, come avvenuto tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre. Convenzionalmente, la media mobile semplice a 200 periodi (MM200) fa da spartiacque tra mercati rialzisti e ribassisti. In analisi tecnica, convenzionale significa osservato…

  • Analisi di Mercato

    Il Mito della Caverna

    L’abbiamo letto tante volte ed altrettante mi sono trovato a ripeterlo anch’io: questo è un Bull Market vecchio di dieci anni, troppi. Per una convenzione senza alcun reale rapporto logico, buona quindi solo a intendersi, si ritiene che i Bear Markets si ufficializzino come tali quando la correzione in atto supera il 20%. Teniamo buona questa definizione. I Bear Market che abbiamo in mente tutti, quelli cattivi e che fanno male, sono caratterizzati da lunghe discese che proseguono per semestri e che portano gli indici a livelli tali per cui sono necessari anni prima di raggiungere i massimi precedenti alla crisi che li ha determinati. La crisi petrolifera del 1974…

  • Analisi di Mercato

    Avidità e Paura

    Le poche settimane che separano i due attacchi dell’indice SPX alla vetta dei 3000 punti sono un ulteriore segnale, l’ultimo in ordine temporale e di importanza, della volontà del mercato di salire. Non è giusto o sbagliato, logico o illogico, atteso o inatteso: giudicare il mercato non serve a nulla. Serve invece seguire i nostri strumenti e mettere in atto le nostre strategie anche quando la logica ci raccomanderebbe di non farlo: la logica personale, quella di ognuno di noi, è spesso in contrasto con quella dei mercati, sommatoria spesso sbagliata di masse enormi di trader e investitori con differenti esperienze e finalità. L’ eterno pendolo dei mercati, raggiunto un…

  • Analisi di Mercato,  Trading

    Campo Base

    Nell’analisi del fine settimana del 24 agosto, scrivevo: “Quando la paura aumenta a livelli insostenibili, gli ultimi escono dal mercato cedendo i loro denari al migliore offerente. Comprare alto e vendere basso è l’esercizio che meglio riesce al neofita; comprare basso ciò che il neofita vuole vendere a tutti i costi è l’attività preferita dei professionisti”. Da allora, grazie alle ricoperture veloci di shortisti dell’ultima ora e posizioni long chiuse quando i buoi erano ormai lontani, sono stati fatti 150 punti di indice SPX – oltre il 5% – e ci approssimiamo per un secondo test alla calamita dei 3000 punti. E ora? L’indice NH-NL, che riporta i titoli con…

  • Riflessioni,  Trading

    Timeframes

    Le molteplici strategie di trading disponibili possono essere applicate ad ogni livello temporale dei mercati. Ne consegue che più di ogni altra caratteristica, sono i timeframe su cui si opera preferibilmente a distinguere i trader. Ponendo agli estremi della piramide gli scambi ultraveloci dell’HFT e l’analisi temporale sul trimestrale, nei timeframe più bassi predominano i traders e gli analisti tecnici, gli investitori e i fondamentalisti in quelli più alti. I neofiti, carne da cannone di mercati e broker, popolano in massa l’intraday, dove è elevato il rumore di fondo a scapito della validità dei segnali di analisi tecnica e i dati fondamentali hanno scarso o nullo effetto. La borsa è…

  • Analisi di Mercato,  Riflessioni

    Carpe Diem

    Dal Gennaio 2002, data di adozione dell’Euro fino alla crisi del 2008, in Italia quasi non ci siamo accorti dell’Euro e dell’Europa. Non che tutti fossero felici e convinti europeisti, macché, ma la maggior parte di noi ha continuato a badare ai fatti propri e la nuova moneta ha comportato solo il fastidio di dover ogni volta dividere per 1936.27 e qualche conto più salato al ristorante. Grossomodo, per noi italiani, l’Euro era tutto lì. La crisi greca era cosa lontana, lo spread un animale esotico, nessun paese europeo avanzava pretese di comandare sugli altri. Una vita tranquilla, insomma. Dal 2009 la musica è cambiata e dopo l’ultima appendice dei…

  • Tattica,  Trading

    Fallen Angels

    Quando un titolo scende senza sosta, una lunghissima serie di swing ribassisti intervallati da brevi rally rialzisti, si sta giustamente attenti a non prendere il classico coltello che cade. Dal 2014, Bed Bad & Beyond (NASDAQ:BBBY) è passata da circa $ 70 a quasi $7. Un titolo che perde il 90% ha tutto il diritto di morire e le varie generazioni di shortisti che si sono avvicendate nel lungo corso ribassista hanno probabilmente ogni ottima ragione di spingere ancora più in basso. Se però il titolo riesce in qualche modo a sopravvivere è il momento di tenerlo d’occhio in attesa che succeda qualcosa che rientri in una delle nostre strategie…