Analisi di Mercato

Le Anticipazioni della Borsa

La borsa, si sa, anticipa sempre e mai come in questa occasione virale ne ho avuto la riprova. Mentre gli americani e i loro politici hanno, finora, ritenuto il corona un affare di altri, Wall Street ha preso a vendere a piene mani con largo anticipo. L’OMS ha cambiato ieri la valutazione del contagio da epidemia a pandemia. Allo stesso modo la borsa, dopo aver superato una perdita dai massimi del 20%, ha alzato il livello di allarme da semplice correzione a Bear Market.

Nei Bear Market, la prima reazione al rialzo invita a vendere quelli che avrebbero voluto uscire prima e approfittano di un rialzo per liberarsi dei propri titoli nella speranza di limitare i danni. Una volta che i venditori hanno esaurito la carica e l’ultimo venditore ha ceduto i prezzi al peggiore offerente, la pressione in vendita diminuisce abbastanza sensibilmente da consentire alla prima ondata di compratori di entrare sul mercato. Se il mercato è a questo punto in grado di reggere i supporti disegnando un minimo più elevato del bottom, si può formare un nuovo trend perchè non c’è più un sufficiente numero di venditori.

Un meccanismo questo che prima o poi avverrà, ma prima di realizzarsi, saremo in grado di vedere sui nostri grafici alcuni segni di cambiamento.

Indice S&P500 settimanale (sinistra) e giornaliero, Indice NH-NL

Il primo segnale è già in formazione: l’indice NH-NL settimanale (a sinistra) ha superato l’esorbitante livello di -6000, al pari di quanto fece a Natale 2018 (freccia curva verde) e una decina di altre volte nei decenni passati. Il raggiungimento di tale livello e il successivo incorcio al rialzo di -4000 genera lo Spike signal che ha sempre (tranne nel 2008) inaugurato un nuovo Bull Market o quantomeno un rally sostenuto e prolungato. Essendo su base settimanale, occorre attendere la chiusura della settimana prima di verificare il segnale, e cioè incrocio rialzista di -4000: questa settimana difficilmente avverrà. A destra, lo stesso indice NH-NL su base mensile, trimestrale e annuale, ha formato ieri delle timide divergenze rialziste: il prezzo ha fatto un nuovo minimo, l’indice NH-NL no.

Nella tregua del fine settimana si potranno fare valutazioni più precise. La conservazione del capitale è, in questi momenti, l’unico obiettivo del trader.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: