Analisi di Mercato

Il Ventennio Perduto

L’indice FTSEMIB ha raggiunto il suo massimo storico nel 2000. Da allora non si sono più avute notize e dal top del 2007 è scivolato in una lenta agonia. Il roboante Bull Market partito nel 2009 ha interessato praticamente tutto il mondo, ma per noi si è tradotto in un snervante, decennale laterale compreso tra i 12.500 e i 24.500 (circa) punti.

Indice FTSEMIB, mensile

Il grafico invita a considerare tre aspetti.

  1. Negli ultimi dieci anni, ci sono stati tre tentativi di superare il soffitto di cemento armato a 24.500 (segnalati da frecce verdi verticali). Il quarto è attualmente in atto.
  2. In un periodo più lungo, dal 2003, ci sono state 5 occasioni nelle quali il MACD istogramma mensile è virato in positivo (frecce grigie tratteggiate). In tutti i casi, tranne uno, è seguito un Bull Market durato da 1 a 4 anni. A Settembre, il MACD istogramma ha superato il valore zero ed il prezzo è ora in prossimità (mancano un migliaio di punti) della resistenza a 24.500 che corrisponde al 38.5% di ritracciamento Fibonacci tracciato dal top 2007.
  3. Il tempo intercorso tra i tentativi di attacco alla resistenza è in progressiva diminuzione, dimezzandosi ad ogni tentativo (6 anni, 3, un anno e mezzo). Segno di una accelerazione dei prezzi. Quando lo stesso evento si ripete uguale ma più velocemente (accelerazione) e con un maggior numero di partecipanti (massa), l’evento successivo avrà una maggiore forza (secondo principio della dinamica).

Mi ero già espresso sul momento particolare del nostro indice: sebbene le vicende poltico-finanziarie nostrane non lascino trapelare alcun motivo per vedere la nostra Borsa in positivo, l’analisi tecnica ci sta dicendo che si sta avvicinando un momento estremamente importante.

Ci sono diversi modi di partecipare ad un eventuale breakout dell’indice. Il primo è di mantenere in portafoglio una posizione eventualmente già aperta su ETFMIB: l’incrocio al rialzo del MACD istogramma confermato il 1 Ottobre era un’ottima opportunità per iniziare la posizione.

UBI, settimanale

Più conservativamente, si può attendere il breakout ed osservare quindi l’indice su base settimanale. La maggior parte dei breakout, statisticamente, è falsa: in questo caso, dopo la rottura dei 24.500 il prezzo rientra nel trading range decennale per continuare nel suo laterale. Tuttavia, se la resistenza a 24.500 si trasforma in supporto, cioè resiste ad un pullback dopo il breakout, ecco un altro formidabile punto d’ingresso per l’avvio di un potenziale trend a lungo termine. UBI ha da qualche settimana rotto al rialzo una lunga resistenza che ha tenuto in trading range il prezzo per un anno. Nelle ultime settimane il prezzo è tornato verso quella resistenza e ne sta saggiando la tenuta come supporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: