Analisi di Mercato

Il Gioco delle Probabilità

Le potenziali divergenze ribassiste viste la settimana scorsa sui principali indici USA sono state disinnescate dal potente gap-up di apertura di Lunedì. L’apertura in gap, infatti, ha portato l’istogramma del MACD a un massimo simile al precedente, cancellando così un elemento essenziale del setup. Quell’apertura, però, ha creato altri potenziali problemi. (click per allargare)

Indice S&P500 e Indice NH-NL

Al pari dell’S&P500, anche Nasdaq e Dow Jones stanno combattendo con un triplo massimo che ha iniziato ad originarsi alla fine dell’estate (linea orizzontale rossa). La barra di gap-up di Lunedì ha per ora formato un falso breakout con quella resistenza, formando una “Kangaroo tail”. Tutti i timeframe dell’NH-NL hanno fatto un tick al rialzo e sono prossimi alla loro zona positiva – un segnale bullish. Nell’inserto a sinistra, i titoli con nuovi minimi sono in discesa e ben sotto al livello di guardia di 500 – un altro segnale bullish. S&P500 ha trovato un forte supporto nella +1-ATR che non ha mai violato durante la settimana – un segnale molto bullish.

Il 50% del range della “Kangaroo tail” di Lunedì è a 3597, e rappresenta una zona di resistenza all’interno della più ampia resistenza del triplo massimo, che non è mai stata attaccata (il massimo di questa settimana è stato 3594). Il prezzo dovrà mantenersi nei prossimi giorni sopra a +1-ATR e rompere con decisione il 50% del range della Kangaroo per poter proseguire la reazione al rialzo post elettorale.

Titoli US e S&P500 sopra alla SMA 50

La percentuale di titoli (S&P500 e tutto il listino US) al di sopra della loro media 50 mostra che la curva è > 75%: un livello che non viene mantenuto solitamente a lungo. Nell’inserto, l’analisi dell’Impulse System applicato ai mercati internazionali e agli indici settoriali USA mostra mercati in piena salute con un Impulse verde su quasi tutti i mercati e settori: una situazione che ha poco spazio per migliorare ulteriormente.

In sintesi: i mercati stanno affrontando una potente resistenza e sono probabilmente in una buona condizione per farlo, mostrandosi forti e resilienti alle tante difficoltà del momento. Tuttavia, nel trading possiamo basarci esclusivamente sulle probabilità: mercati ai massimi e con alcuni indicatori che hanno già corso molto, non forniscono le probabilità migliori.

Quando si analizza una mercato, capita spesso di sintetizzare la propria valutazione con poche parole dettate dall’esperienza passata e che si applicano alla situazione che si sta osservando. La frase che ho in mente nel concludere questo articolo è: lasciamo rompere le resistenze agli altri.

(Pierre de Fermat [1601 – 1665] è considerato uno dei padri della teoria della probabilità)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: