Analisi di Mercato

Poker col Morto

Nei romanzi di Agatha Christie il morto c’è sempre e proprio in questi giorni celebriamo una morte politica eccellente. I mercati hanno tenuto botta a un tira e molla che alla fine è durato meno di quello che si temeva e che non avrà con tutta probabilità gli strascichi giudiziari previsti. Prendiamo atto che The Donald, agli americani, deve aver proprio rotto.

I mercati hanno festeggiato forse la fine dell’incertezza, chissà. Ma all’orizzonte si profilano configurazioni che invitano alla prudenza.

S&P500, Nasdaq, Dow Jones Industrial, Russell 2000 (giornalieri)

I principali indici americani (escluso il Russell 2000) stanno per tentare un triplo massimo, cosa di per sé già abbastanza inquietante. Ma il problema vero sono le divergenze ribassiste (frecce rosse): si tratta delle true divergences di Alexander Elder, segnalate dall’istogramma del MACD, che si completeranno quando e se gli indici supereranno gli ultimi massimi immediatamente pre-elettorali: a quel punto, infatti, gli indici avranno fatto un nuovo massimo di periodo ma con tutta probabilità l’istogramma sarà più basso del suo massimo precedente: il primo tick al ribasso dell’istogramma completerà la divergenza. Sul Russell 2000 la divergenza è già quasi completa.

Questo articolo e questo, descrivono la divergenza con falso breakout a cui il poker di indici USA si sta pericolosamente avvicinando.

Un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova (A. Christie)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: