• Analisi di Mercato

    Una possibile e dovuta correzione

    Per comprendere pienamente la natura del rialzo partito la notte di Natale, mancano alcune tessere. Sebbene, tecnicamente, quello in corso sia ancora un rally all’interno di un Bear Market, le caratteristiche della price action hanno via via allontanato (non invalidato) le ipotesi più probabili, prima fra tutte il retest dei minimi di Dicembre. Per cercare di capire la situazione vediamo cosa dice il leader del mercato: il prezzo. A destra, SPX giornaliero a contatto con 3 resistenze di tutto rispetto: – 76.4% ritracciamento Fibonacci dai minimi di Natale – Terzo canale ATR – livello tecnico e psicologico a 2800 punti di indice, che rappresenta una resistenza settimanale importante Quindi, attenzione.…

  • Analisi di Mercato

    Il Mastino dei Baskerville

    Nel 1902, Arthur Conan Doyle scrisse un romanzo con protagonista Sherlock Holmes, chiamato a risolvere un misterioso omicidio. La risoluzione del caso arrivò quando il famoso investigatore realizzò che il cane di casa non si mise ad abbaiare mentre veniva commesso l’omicidio e questo poteva significare una sola cosa: il cane conosceva l’assassino, il quale doveva necessariamente essere un membro della famiglia. L’indizio era quindi dato dall’assenza di un evento probabile: cioè l’abbaiare del cane. Alexander Elder definisce “Hound of the Baskervilles” quei segnali di analisi tecnica che derivano da setup altamente predicibili ma che hanno un esito opposto a quello atteso. Alcuni setup sono portatori di segnali molto forti…

  • Analisi di Mercato,  Ricerche

    Volatilità e %ATR

    L’AVERAGE TRUE RANGE PERCENT (%ATR) è il normale Average True Range (ATR) calcolato però come percentuale del prezzo di chiusura di una barra e viene usato per misurare la volatilità, in formula: %ATR = (Average True Range / Close)*100 Tutte le correzioni e Bear Market degli ultimi 20 anni hanno mostrato caratteristiche sovrapponibili quando confrontate con il %ATR: il termine di una correzione o Bear Market è sempre stato annunciato da una divergenza tra il prezzo e il %ATR. SPX daily, 2008-2015 In figura è mostrato il periodo 2008-2015 dove si sono succeduti il Bear Market 2008-2009 oltre ad altre due correzioni nel 2010 e nel 2011. Alle lettere A,…

  • Analisi di Mercato

    Indici USA in breakout

    Nell’ultima settimana, abbreviata per festa (gli USA fanno più ponti dell’Italia negli anni ’60), il mercato è sceso martedì, ha continuato a scendere mercoledì dove però ha fatto un falso breakout ai minimi recuperando poi in chiusura (segnale bullish), candela di transizione giovedì senza alcun accenno di voler andare a rivedere i minimi del giorno prima, gap up con close quasi sui massimi venerdì. Un cambio di passo del mercato dopo un mese di rialzo dai minimi di Natale c’è indubbiamente stato, e lo verifichiamo con i movimenti settimanali di SPX settimana 24/12 +2.86% settimana 31/12 +1.86% settimana 7/1 +2.54% settimana 14/1 +2.87% questa settimana -0.22% Un sasso che lanciato…

  • Analisi di Mercato

    Mercati pronti per una pausa

    Il minimo del Bear Market in corso è stato toccato il 24 dicembre, ovvero il giorno dopo questo post. C’erano, allora, diverse indicazioni che permettevano di ipotizzare, e quindi adeguare il proprio trading, l’imminenza di un rimbalzo del mercato e la più importante tra queste, come segnalato, era il valore eccessivamente basso dell’indice New High-New Low che quotava un po’ oltre i -6000: un valore mai superato nella storia della Borsa americana, tranne nel Bear Market del 2008. Il brutto ricordo di quel mercato orso è stato, per il momento, spazzato via da un rally dotato di una potenza che ha sorpreso un po’ tutti, soprattutto quelli che hanno comprato…

  • Analisi di Mercato

    Una lezione da Celgene

    Verso la fine di Novembre, Celgene (NASDAQ:CELG) mostrava uno dei miei setup preferiti, ovvero una divergenza del MACD histogram e delle linee: una evenienza non rarissima ma nemmeno così frequente, accompagnata dalla divergenza di altri indicatori che uso abitualmente, così come segnato dalle frecce verdi in figura. Le due freccette più piccole, verde e rossa, indicano l’ingresso e l’uscita reali: un trade da manuale non tanto per come è stato gestito ma per come si è presentato. Incassato il gain ho girato pagina alla ricerca di altre opportunità e non mi sono più curato di cosa facesse CELG. E questo è un errore: in linea generale, se si fa trading…

  • Analisi di Mercato

    Indicazioni di un rimbalzo imminente

    Un mese fa mettevo a confronto l’inizio dei Bear Market del 2000 e del 2008 evidenziando come il confine venisse superato con candele ribassiste ad elevata volatilità: dato che i mercati sono frattali, questo rilievo avviene in qualsiasi timeframe ed è esperienza di chiunque abbia macinato qualche decina di ore davanti ai grafici notare come supporti e resistenze importanti vengano sempre superati attraverso un processo tutto-o-nulla: o con forza – molta – o in mancanza si trasformano in falsi breakout. E’ andata così anche stavolta e l’ingresso tecnico nel Bear Market 2018 è avvenuto per il tramite di una Marubozu settimanale nera: alta volatilità e alta direzionalità. Ma andando a…

  • Analisi di Mercato,  Ricerche

    Trend e spike nel VIX

    Osservando le correzioni profonde e Bear Market dell’ultimo decennio, il VIX sembrerebbe comportarsi in modo diverso a seconda che si tratti di una fisiologica correzione o di qualcosa di più preoccupante. Precorrendo la crisi del 2008, il VIX ha iniziato un trend rialzista a partire dal Febbraio 2007 (freccia rossa nel grafico), ovvero otto mesi prima di raggiungere i massimi di periodo nell’Ottobre 2007. Detto in altro modo, l’ultima gamba rialzista del Bull Market post Dot.com (compresa nel grafico da due linee verticali tratteggiate) è stata accompagnata da un progressivo aumento della volatilità, senza spike: una tendenza perniciosa perchè si è sviluppata in sordina, con mercati al rialzo, senza le…

  • Analisi di Mercato

    Un regalo poco apprezzato

    Se qualcuno ci ringrazia, siamo in grado di capire quanto quel ringraziamento sia formale o sentito. Allo stesso modo, possiamo capire se il regalo che abbiamo fatto alla nostra fidanzata sia stato apprezzato o meno: non bastano un sorriso e un grazie se manca quel lampo negli occhi che ci dice che è stato davvero apprezzato. Galleggiando su livelli sensibilissimi sia dal punto di vista tecnico che emotivo, e cioè i minimi dello scorso Febbraio, ci si aspettava dal mercato una reazione ben diversa, non tanto nel senso di interruzione del declino in atto da quasi tre mesi con inaugurazione di una nuova gamba rialzista (francamente è da un po’…

  • Analisi di Mercato

    Nessun Rally di Natale

    Gli Hedge Funds americani sono club per pochi eletti. Per poter essere ammessi occorre presentarsi con qualche milione di dollari, pagare commissioni principesche acquisendo così il diritto di poter mostrare agli amici una card elegante ma, soprattutto e almeno in teoria, avere ritorni molto interessanti. L’operatività degli Hedge Fund non ha alcun limite: possono fare trading su qualsIasi cosa che abbia un prezzo, possono andare long e short nelle quantità che desiderano, non ci sono preclusioni di alcun tipo sulla rischiosità dei loro investimenti. La cultura finanziaria e le tecnologie di cui dispongono sono indubbiamente al di fuori delle possibilità di qualsiasi trader retail. Questo mix di tecnologia, capacità ed…