Trading

Bayer, possibile bottom

Dai massimi assoluti del 2015 Bayer ha perso il 63% e, salvo un rally rialzista nel 2017, sono ormai quattro anni di caduta più o meno libera, precipitata nelle ultime settimane con la questione del glifosato. Il quadro tecnico è però finalmente interessante.

Analizzandola con la tecnica del Triple Screen, prendiamo decisioni tattiche sul timeframe superiore (in questo caso il settimanale) e quelle strategiche sull’intermedio, ovvero il giornaliero sul quale facciamo trading.

Il settimanale presenta una divergenza rialzista con falso breakout, in formazione, alla quale si aggiunge una divergenza del Force Index a 13 periodi. Impulse rosso: il long non è ancora consentito.

Sul giornaliero, una massiva divergenza MACD-H-prezzo con falso breakout completata e divergenza del Force Index a 13 periodi. Un’ipotesi ragionevole, basata sull’osservazione dello storico, è che Bayer abbia per lo meno raggiunto un minimo importante. Se da qui partirà un reversal lo dirà il mercato, ma il titolo va tenuto sotto controllo stretto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: